Valdobbiadene: un weekend nella città del prosecco

Valdobbiadene: un weekend nella città del prosecco

Imparerai a conoscermi, e saprai quanto amo il vino. Uno dei miei desideri più grandi è quello di riuscire ad aprire una piccola cantina un giorno e questo viaggio è stata per me una scoperta meravigliosa.

Fino al giorno della partenza, Valdobbiadene non era altro che una scritta che leggevo sul collo di una bottiglia la maggior parte delle volte che stappavo un prosecco e non immaginavo che il paesaggio che avrei trovato in questa località del Veneto fosse tanto distante da quello che vedo ogni giorno dalla finestra di casa mia, tra le colline marchigiane.

Valdobbiadene: un weekend nella città del prosecco

Arrivando a Valdobbiadene sembra di immergersi in un mare di smeraldo, pieno di onde. Colline morbide, dolci, sinuose ricoperte da filari che formano infinite geometrie tra le quali nascono i frutti che rendono questa zona nota in tutto il mondo. A Valdobbiadene ho scoperto i benefici della cromoterapia e il potere rilassante del colore verde (o forse era solo l’effetto del vino).

La città va guardata lentamente, va bevuta piano e visitata passeggiando e respirando il verde e il vino. Noi l’abbiamo vissuta con la sveglia tardi, la colazione abbondante abbastanza da avere nello stomaco una buona base per assaggiare vino a tutte le ore. L’abbiamo vissuta attraverso i consigli di chi ci vive e l’occhio curioso di un bambino che vede il mare per la prima volta. Difficile trovare folle di turisti a Valdobbiadene, facilissimo parlare con i residenti, pronti a dispensare suggerimenti su cosa fare.

Questi sono i nostri consigli:

Weekend in cantina

Hai una minima idea di quante cantine ci siano tra Valdobbiadene e Conegliano? Più di 100! Per visitarle, la regione del prosecco ha dato il via a un progetto che dura tutto l’anno chiamato “Weekend in cantina”. Ogni fine settimana 2 o 3 cantine a rotazione aprono al pubblico le porte delle loro aziende, organizzano degustazioni e ti raccontano un po’ la loro passione e il percorso che fa l’uva dalla vite al bicchiere. Vale la pena andare a Valdobbiadene nel weekend e partecipare a quest’iniziativa. Qui, puoi trovare tutte le informazioni utili.

cantina-canello
Cantina Canello

Una passeggiata con i lama

Passeggiando in cerca di vino tra le strade di San Pietro di Barbozza, piccola frazione di Valdobbiadene, ci siamo ritrovati quasi per caso alla mostra annuale di CARTIZZE E VALDOBBIADENE DOCG e qui, tra una bollicina e l’altra, abbiamo conosciuto Valdolamatrek, un’associazione che organizza passeggiate tra le vigne in compagnia di lama. Sì, ho detto lama. No, non sulle Ande, a Valdobbiadene. Non ci siamo lasciati sfuggire l’occasione e il giorno dopo eravamo già in giro con un lama al guinzaglio.  

La strada del prosecco:

La Strada del prosecco è un percorso ad anello che include alcuni dei maggiori punti di interesse tra Conegliano e Valdobbiadene, passando per le località Collabrigo, San Pietro di Feletto, Solighetto, Farra di Soligo, Colbertaldo, Santo Stefano, San Pietro di barbozza e Guia, nella splendida cornice delle Prealpi Trevigiane.

Per maggiori informazioni clicca qui.

L’ Osteria senz’oste:

L’Osteria senz’oste è uno di quei posti dove ritrovi la fiducia nel genere umano. Si tratta di un casolare rustico immerso tra le colline trevigiane dove prodotti locali come salumi, formaggi artigianali, vino, pane e dolci sono messi a disposizione da un oste che, come suggerisce il nome, non c’è! Su ogni prodotto è indicato il suo valore ma non esiste un listino prezzi: chi consuma lascia quello che ritiene opportuno e, fortunatamente, gli scrocconi sono pochissimi.

osteria
Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *