Il mio primo post

Il mio primo post

“Ho scoperto di essere una procrastr…procastrin…procrastinatrice” mi disse la mia amica Giulia, una sera di dicembre.

“Ma poi, questa cosa del rimandare sempre tutto, è soltanto paura di fallire”. Saggia, la mia amica Giulia.

E così, da uno stralcio di conversazione sentito in radio e ripetuto durante una chiacchierata tra amiche viene fuori la consapevolezza che ciò che mi ha impedito fino ad ora di aprire questo blog, non è altro che la paura. Paura di non essere all’altezza, di essere giudicata, di scrivere cazzate.

Da un paio d’anni, nella mia lista di buoni propositi stilata tradizionalmente durante la prima settimana di gennaio, tra “mettersi a dieta” e  “riordinare l’armadio”, compare la voce: “aprire il blog”. Il blog, non un blog, perché ormai nella mia testa esiste già da un po’.

Ho trovato una buona dose di coraggio e oggi ho raggiunto il mio piccolo traguardo personale quando finalmente ho cliccato su “condividi” e, in qualche modo, il link del sito è arrivato a te, che mi stai leggendo in questo momento. Un piccolissimo passo per l’umanità, un grande passo per me.

Ed è proprio dall’esigenza di condividere che nasce questo blog. Dalla necessità di scrivere, di fotografare, di imprimere da qualche parte i ricordi raccolti in giro per il mondo.

Insomma, sì, questo è l’ennesimo travel blog.

Cercare su Google “come superare la paura di fallire” non ha prodotto i risultati sperati ma in compenso adesso so che Einstein andava male a scuola e che Spielberg è stato respinto più volte da una scuola di cinema.

Sono pronta.

Sono convinta.

Dopotutto, cos’ho da perdere?

 

Credit Tess Johnson

 

“DON’T BE AFRAID TO FAIL,

BE AFRAID NO TO TRY”

Follow:

2 Comments

  1. Gabriele
    Febbraio 14, 2019 / 10:48 pm

    Ma i veri viaggiatori partono per partire e basta: cuori lievi, simili a palloncini che solo il caso muove eternamente, dicono sempre “Andiamo”, e non sanno perchè. I loro desideri hanno le forme delle nuvole.
    (Charles Baudelaire)

    • coco
      Autore
      Febbraio 15, 2019 / 7:11 pm

      Una delle mie citazioni preferite. Era un po’ che non la rileggevo. Grazie Gabriele 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *