Il Carnevale di Ivrea e la battaglia delle arance

Il Carnevale di Ivrea e la battaglia delle arance

Ivrea è un comune in provincia di Torino, famoso per il suo folcloristico Carnevale. Ogni paese ha le sue tradizioni, più o meno bizzarre: a Ivrea sono conosciuti in tutta Italia per la battaglia delle arance. Uno degli eventi più folli a cui abbia mai assistito!

Con la battaglia delle arance, la comunità di Ivrea celebra la forza del popolo rievocando l’episodio medievale in cui i cittadini si levarono contro il Marchese di Monferrato che affamava la città.

Al Carnevale di Ivrea non ci si maschera. I combattenti, o meglio, gli aranceri, indossano delle divise diverse in base al rione d’appartenenza e si sfidano a colpi di arance nelle piazze cittadine.

Gli aranceri a piedi rappresentano il popolo. Essi lanciano a tutta forza le arance ai tiratori sui carri, rappresentanti della nobiltà. La figura più importante del Carnevale è quella della Mugnaia vezzosa, l’eroina che simboleggia la libertà. Secondo la leggenda, la prima mugnaia vezzosa fu la giovane popolana Violetta e fu proprio lei che iniziò la rivolta contro il tiranno.

Per non essere coinvolti nella battaglia e per aderire simbolicamente alla rivolta popolare, tutti i visitatori devono indossare il berretto frigio, il cappello rosso acquistabile nelle bancarelle della piazza.

Il Carnevale di Ivrea: la nostra esperienza

Appena arrivati, ci siamo fiondati sulla prima bancarella per comprare il berretto frigio così da godere dell’evento senza rischiare bernoccoli o occhi neri. La città era in fermento, decine e decine di persone vestite con i colori della propria squadra si aggiravano per le vie della città sorseggiando bombardini e vin brulé.

Siamo arrivati intorno all’ora di pranzo per poter assaggiare lo street food eporediese nelle bancarelle allestite fuori dal centro. Sono stata subito attirata dalla miassa e dal bizzarro modo in cui veniva preparata: si tratta di una specie di piadina di mais cotta al momento sul fuoco e farcita con formaggi o salumi locali.

street food ivrea
La miassa

L’evento stava per iniziare, ci siamo recati subito nella prima piazza del percorso per assistere alla battaglia. Abbiamo preso posto dietro una delle grandi reti verdi allestite ai lati della strada per permettere ai non-partecipanti di godere dello spettacolo in tutta sicurezza. I giocatori iniziavano a riscaldare i muscoli e a riempire i loro secchi di arance intonando cori e canti popolari.

Nell’aria iniziava a diffondersi un forte profumo agrumato.

Il presentatore introduceva i carri man mano che arrivavano, uno alla volta, verso gli aranceri infervorati della piazza. Entra il primo carro. Centinaia di palline arancioni rimbalzano qua e là spappolandosi addosso alle divise colorate. Gli aranceri a cavallo sono solo una decina per carro e vengono mitragliati da centinaia di proiettili arancioni, tra le urla di tutti. I carri si muovono per la piazza per alcuni minuti, fanno il giro e passano alla piazza successiva.

Alla fine della battaglia, la piazza era completamente ricoperta di poltiglia arancione e cacca di cavallo. Il profumo di agrumi iniziale non era più così piacevole, come anche la sensazione di camminare su uno scivoloso mix di sterco e frutta. Mi guardo intorno e vedo gli aranceri devastati dalla battaglia ma incredibilmente felici e soddisfatti!

Nasi rotti, occhi pesti e bernoccoli: ferite di guerra che tutti sembrano portare con orgoglio.

La passione degli eporediesi è palpabile! Credo davvero sia una di quelle tradizioni intoccabili per i cittadini e attesa con ansia per tutto l’anno.

battaglia delle arance ivrea

La battaglia con le arance di Ivrea: è sostenibile?

La rievocazione storica della battaglia delle arance è un evento particolare e divertente a cui ho partecipato ben volentieri. E’ una delle rievocazioni storiche più attese dai piemontesi e fortemente voluta dalla comunità come parte essenziale della loro tradizione. Tuttavia, non potevo fare a meno di pensare: quanto spreco! Durante la manifestazione, circa 600 quintali di arance finiscono letteralmente sotto i piedi.

Poi mi sono informata meglio: il 100 % delle arance importante da Sicilia e Calabria per l’evento sono in realtà destinate al macero. In effetti, basta dare un’occhiata alle casse per vedere che la maggior parte dei frutti sono ammaccati, ammuffiti o marci. I resti spappolati delle arance si mischiano allo sterco dei cavalli del corteo formando una poltiglia scivolosa e maleodorante che viene poi raccolta e portata presso un centro di compostaggio che la trasformerà in concime naturale.

arance di ivrea

La battaglia delle arance di Ivrea: informazioni utili

La battaglia delle arance, evento clou del carnevale eporediese, si tiene in 3 giorni, dalla domenica di carnevale al martedì grasso. L’orario di inizio è intorno alle 14:15, dopo il corteo storico.

Il prezzo del biglietto per gli esterni è di 10 euro ed è a pagamento soltanto l’ingresso della prima giornata, quella di domenica.

Prima di entrare nel centro di Ivrea gli addetti alla sicurezza controllano zaini e borse degli avventori. E’ vietato introdurre oggetti in vetro, metallo (sì,anche le borracce termiche), mazze, selfie stick, spray urticanti o deodoranti spray (ne avevano sequestrati un paio all’ingresso!).

Il parcheggio: un disastro! Alle 11 del mattino, orario del nostro arrivo, i parcheggi scarseggiavano già. Ci sono spazi verdi adibiti al parcheggio prima di salire verso il centro, ma i posti disponibili sono molti meno dei partecipanti. Non ci sono parcheggiatori né controlli. Anarchia totale. Quando siamo tornati al parcheggio le auto avevano completamente chiuso ogni via d’uscita. Abbiamo dovuto aspettare che qualcuno venisse a spostare la macchina per permetterci di uscire.

Nel 2020, l’evento è stato sospeso alla fine della prima giornata a scopo preventivo, dopo la notizia della diffusione del Coronavirus nel nord Italia. Il carnevale di Ivrea non veniva annullato dal 1960, quando morì Adriano Olivetti, il fondatore eporediese della celebre fabbrica di macchine per scrivere.

Per ulteriori informazioni visitare il sito ufficiale del Carnevale di Ivrea e la battaglia delle arance.

battaglia delle arance ivrea
Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *