fbpx
Home » Coronavirus e viaggi: 8 modi di viaggiare con la mente

Coronavirus e viaggi: 8 modi di viaggiare con la mente

viaggiare con il coronavirus

In questo periodo ci sentiamo un po’ tutti privati della nostra libertà. La diffusione repentina del Coronavirus ci ha costretti in casa e, ci piaccia o no, dobbiamo accettarlo. Per il bene di tutti.
Mentre aspettiamo – e speriamo – di tornare alla normalità, abbiamo l’opportunità di lavorare su noi stessi, trovare un nuovo hobby, prenderci cura di noi e della nostra casa.
Nulla ci vieta di volare un po’ con la fantasia e di viaggiare con la mente.
I viaggi mentali sembrano essere la nuova tendenza della primavera 2020!
A questo proposito, vi lascio una piccola lista dei miei 8 modi di viaggiare da casa, con un pizzico di fantasia e tanta tecnologia, così da alleviare almeno per un po’ questa tristezza da quarantena.

1 – Organizzare, stampare e incorniciare le foto dei viaggi passati

Sfogliare virtualmente le fotografie scattate durante i viaggi passati è un modo di viaggiare con la mente e rivivere i momenti felici.
Selezionare, stampare e incorniciare le nostre foto più belle, non solo ci permette di circondarci di ricordi positivi ma è anche una buona scusa per passare del tempo ad abbellire le pareti di casa! Io ho stampato alcuni dei miei ricordi più preziosi su Photobox e ho finalmente riempito le cornici vuote che avevo acquistato un sacco di tempo fa.
Se siete in cerca di un bel set di cornici, io ho comprato questo:

2 – Visitare musei online

Con la chiusura temporanea di gran parte dei musei nazionali e internazionali, tantissimi si sono attrezzati con piattaforme online che danno la possibilità di effettuare tour virtuali gratuitamente.
A parer mio, l’app più completa è Google Arts & Culture che permette di visitare virtualmente le collezioni di tantissimi musei del mondo, dalla Galleria degli Uffizi di Firenze al Getty Museum di Los Angeles.
Quest’ultimo ha addirittura dato il via a una challenge esilarante utile per svagarci un po’ durante la quarantena: bisogna riprodurre le opere d’arte con quello che troviamo in casa, scattare una foto e pubblicarla sui social con l’hashtag #betweenartandquarantine.

3 – Cucinare piatti tipici di altri paesi

Se, come me, pensate che una delle più importanti esperienze da fare in viaggio sia provare sapori e piatti locali, questo è il momento giusto per mettersi ai fornelli e viaggiare attraverso le nostre papille gustative.
Recentemente mi sono cimentata nella preparazione dei bolani afghani seguendo la ricetta de Le Cosmopolite. Entrare in contatto con dei sapori che non avevo mai provato, anche se solo per il tempo di un boccone, è stato un po’ come viaggiare.
Sono tantissimi i piatti che potremmo riprodurre a casa nostra, magari organizzando una serata a tema su Skype con gli amici: ravioli cinesi, ramen, gyoza ma anche hamburger, hot dog, empanadas.
Se faticate a trovare gli ingredienti – o le idee – ho scoperto recentemente un sito che potrebbe fare al caso vostro.
Sto parlando di Micatuca, un servizio in abbonamento che spedisce mensilmente a casa vostra una ricetta dal mondo e gli ingredienti necessari per realizzarla.
Io, durante la quarantena ho già preparato bagel, hot dog, bolani e ravioli cinesi. E voi?

4 – Leggere un libro di viaggio

Quando si parla di viaggiare con la mente e di volare con la fantasia, non possiamo non parlare di libri, nello specifico, della letteratura di viaggio. Mi sento obbligata a citare almeno 3 autori: Bill Bryson, Jack Kerouac e Tiziano Terzani. Lo store online della Mondadori ha creato una sezione apposita dove sono elencati i libri di viaggio da leggere assolutamente tra cui compaiono Il giro del mondo in Ottanta giorni di Jules Vernes, Sulla Strada di Kerouac e Nelle Terre Estreme, il libro di Krakauer che ha ispirato il film Into the wild.

5- Sbirciare dalle Webcam di tutto il mondo

Adesso che le strade sono deserte e che i luoghi più turistici sono praticamente vuoti, possiamo ammirare la loro bellezza attraverso le webcam sparse in giro per il mondo.
Avete mai visto Times Square a New York senza anima viva? O la scalinata di Piazza di Spagna senza nessun turista seduto sui gradini?
Sul sito Skylineswebcams.com è possibile ammirare alcune delle città più belle del mondo in tutto il loro splendore, senza traffico, senza folle, senza filtri.
Dai, per adesso accontentiamoci!

6 – Scegliere la prossima meta

Solo perché momentaneamente non possiamo viaggiare, non vuol dire che non saremo presto in grado di farlo.
Abbiamo tutto il tempo di cercare una meta speciale da raggiungere appena ne avremo l’occasione.
Come prima cosa, propongo un weekend in Italia: facciamo ripartire l’economia del nostro Paese! Quali sono le regioni italiane che non avete ancora visitato?

mappa del mondo

7- Viaggiare con la mente attraverso la realtà virtuale

Anche questa volta, la tecnologia ci viene in soccorso.
Per viaggiare con la mente ci occorre, in questo casi, un visore per la realtà aumentata, ovvero, uno di quei dispositivi che si indossano a mo’ di occhiali dove all’interno si infila il cellulare.
Tra i più economici c’è sicuramente il Google Cardboard, un visore realizzato in cartone che costa circa una decina di euro.
Si scarica l’app ufficiale Carboard (per Ios e Android) e si hanno a disposizione video in 3d creati ad hoc per garantire un’esperienza immersiva, nonché la possibilità di avventurarsi in giro per il mondo direttamente dal salotto di casa.
Inoltre, la sopracitata app Google Arts & Culture offre l’opportunità di visitare musei con la realtà virtuale grazie a una voce che ci guida e illustra ogni opera d’arte.
Un po’ più dispendiosa ma decisamente spettacolare è l’esperienza che offre National Geographic VR. È compatibile solo con alcuni (costosi) modelli di visori ma offre l’opportunità di scoprire alcuni dei luoghi più belli del pianeta, dalle rovine di Machu Picchu ai ghiacciai dell’Antartide.

Visore Realtà Aumentata Amazon

8 – Viaggiare con la mente nel mondo magico di Harry Potter

Il mio ultimo viaggio prima della quarantena è stato a Edimburgo, dove ho potuto organizzare un piccolo tour nei luoghi che hanno ispirato la saga di Harry Potter. Oltre a poter percorrere il tour attraverso Google Earth (trovate la mappa in fondo a questa pagina), abbiamo la possibilità di perderci con la fantasia nel mondo di magia e stregoneria potteriano, grazie ai siti d’intrattenimento a tema pensati per passare il tempo durante la quarantena:


Hogwarts Digital Escape Room: una escape room online da fare da casa, risolvendo enigmi e indovinelli a tema.
Harry Potter at home: il sito interattivo (in inglese) lanciato dalla Rowling, pieno zeppo di quiz e giochi interattivi. Qualche esempio? Il test per scoprire la tua casa di Hogwarts o quello per sapere che forma avrebbe il tuo Patronus!

Questi sono i modi che ho trovato per viaggiare durante la mia quarantena. Nulla di tutto questo sostituisce il piacere di un viaggio vero e proprio – forse soltanto il cibo – ma il rispetto delle regole è fondamentale se vogliamo tornare presto alla normalità. La salute prima di tutto.

#stayathome


Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *